sapa-logo

One-Shot® A Pillar Bicolor

Ecco il metodo che ti consente di realizzare un Bicolor A Pillar in due diversi colori, in soli 70 secondi e in un unico processo

Continuando a leggere questa pagina, scoprirai come il metodo One-Shot® ha rivoluzionato il Bicolor A Pillar, garantendoti:

  •   La creazione del componente in un’unica fase e in un’unica isola produttiva
  •   Un tempo ciclo di 70 secondi 
  •   Un pezzo monolitico più leggero

Leggi fino in fondo, scoprirai un regalo esclusivo che abbiamo preparato a te!

 
landingpageapillar_03
 

Ti stai chiedendo perché questa metodologia sia così rivoluzionaria? Te lo spiego subito:

landingpageapillar_06

 Con la metodologia tradizionale

i componenti si realizzano in due stampi, con due macchine, una da 100 tonnellate e l’altra da 300 tonnellate e due operatori addetti alle presse. Un altro uomo si occupa di unire i due pezzi, attraverso la saldatrice a ultrasuoni.

Problema

questa parte del processo tradizionale è ancora manuale e va a incidere sui costi del componente e sui tempi di realizzazione.

landingpageapillar_10

 Con la metodologia tradizionale

l’accoppiamento dei componenti avviene meccanicamente: prodotti separatamente, vengono poi messi uno sopra l’altro.

Problema

questo potrebbe causare problemi di accoppiamento in fase di montaggio e piccole imperfezioni estetiche, che possono essere visibili ad occhio esterno.

landingpagecpillar_12

 Con la metodologia tradizionale

è necessario sovrapporre i due componenti e creare dei piolini che poi vengono sciolti.

Problema

Il pezzo monolitico risulta essere molto pesante. È una procedura che crea un componente non allineato agli standard di Horizon 2020.

Un giorno però, un gruppo di ingegneri all’interno di SAPA ha cominciato a riunirsi per trovare una soluzione a questi problemi, in un reparto top-secret chiamato “Ingegneria dell’innovazione”

All’interno di questo reparto, gli ingegneri hanno lavorato giorno e notte per dare una scossa al mercato dell’automotive.

Così è nato il rivoluzionario processo One-Shot®!

3 stampi, dipendenza da fornitori esterni, 2 processi (stampaggio + iniezione).

Diventano:

  •  1 solo processo
  •  1 solo componente
  •  1 solo colpo di pressa In un’unica isola produttiva

Ecco il Bicolor A Pillar One-Shot®

landingpageapillar_14

E le “piacevoli conseguenze” sono molteplici:

i tuoi componenti saranno più leggeri,

migliorando la dinamica e la stabilità dell’autovettura;

in soli 70 secondi il componente è finito

facendoti risparmiare tempo sulla produzione.

il monolito non necessita della fase di assemblaggio manuale,

si riduce così la produzione di scarti e – di conseguenza – l’impatto ambientale.

Riassumendo

landingpageapillar_17

Ma non finisce qui!

Il ONE-SHOT® Bicolor A Pillar è già stato industrializzato e montato da Jeep sul modello Renegade, ma lo stesso procedimento è replicabile anche su altri modelli.

landingpageapillar_20

Anche il Sole 24 ore ha parlato del Metodo ONE-SHOT®!

landingpageapillar_23

SE SEI ARRIVATO A LEGGERE FINO A QUI, ABBIAMO PREPARATO UN REGALO PER TE!

Abbiamo pensato di farti toccare con mano il Metodo One-Shot®, potrai così ricevere una wow box comodamente in ufficio. Al suo interno troverai:

  •  il vero e proprio pezzo del componente;
  •  il report cartaceo su tutti i passaggi tecnici che ti faranno risparmiare costi e peso su singolo componente;
  •  e un piccolo pensiero per te da gustare mentre leggi tutta la documentazione.

Se desideri ricevere tutto questo GRATUITAMENTE comodamente in ufficio, lascia qui i tuoi dati e riceverai tutto quanto prima!