Da Quattroruote al Corriere, tutti gli articoli che hanno parlato della notizia inaspettata di SAPA arrivata tra i primi 5 brevetti a Detroit.
Tutto è partito da un viaggio di lavoro

Ti parlo a distanza di due settimane da quel giorno, ti sembrerà strano, ma io ancora stento a crederci.

Insomma, per un imprenditore, abituato ad avere a che fare con “i grandi eventi”, con gli imprevisti e le sorprese…perché mai qualcosa di simile dovrebbe lasciarlo così stupito e sovrappensiero dopo giorni?

Ora immagino ti starai chiedendo cosa sarà mai questo fatto e a cosa mi riferisco.

Intanto puoi già cliccare sull’immagine e leggere l’articolo che ci ha dedicato una delle riviste più importanti del settore, Quattoruote. Un piccolo antipasto, in fondo all’articolo puoi trovare la rassegna completa.

Devi sapere che due settimane fa sono stato a Detroit.

“Bene, un viaggio di lavoro, capita spesso di farne, poi se un imprenditore, che sarà mai. Dovrebbe essere abitudine per te…”.

No ecco, non è stato proprio un viaggio di lavoro come gli altri.

Ero emozionato, lo ammetto. Per me solo essere presente a un evento tale, esserci di persona e vedere con i miei occhi realtà che a noi paiono giganti… ecco. Per me già solo questo era fonte di grande orgoglio.

La Conferenza dell’Anno

Sono stato a Detroit perché è qui che si tiene ogni anno un’importantissima conferenza per chi lavora nel settore delle plastiche automotive:

“SPE Automotive TPO Conference di Detroit”

Questo il nome dell’evento a cui ho avuto l’onore di partecipare. E credimi che quando ti dico che solo esser presenti, è stato motivo di orgoglio.

Ed è proprio in occasione di questo polo tra grandi multinazionali del settore automotive che si tiene una premiazione – da parte dell’associazione Society of Plastic Engineers – destinata alla più grande innovazione dell’anno.

Forse questa frase messa qua così non ti dirà nulla. O forse no, dopo che ti avrò descritto lo spessore dell’evento di cui ti sto parlando.

Noi avevamo deciso di candidarci per la premiazione dell’Innovation Award. E con nostro stupore, avevamo tutti i requisiti per poterlo fare.

  • Durante questo convegno si riuniscono le più importanti società di ingegneria per confrontarsi e condividere soluzioni, spunti.
  • I progetti in assoluto più innovativi vengono presentati e illustrati a tutti i presenti. Il know how di ogni azienda emerge qui, in questo momento fondamentale. Un’occasione per interfacciarsi con soluzioni diverse a problemi comuni che riguardano tutti noi.
  • Le persone più influenti del settore si danno appuntamento qui. Per trovare le innovazioni su cui investire e puntare per migliorare le proprie performance, le proprie auto e i propri sistemi.

In compagnia dei miei collaboratori ho quindi preso quel volo diretto per Detroit, emozionato, pieno di curiosità verso queste grandi realtà e verso le loro nuove scoperte.

SAPA siamo tra i primi 5 posti per il brevetto

Una notizia ripresa anche dal Corriere della Sera nella sezione Economia del Mezzogiorno, lo puoi leggere cliccando sull’immagine qui sotto.

Arriva il momento della premiazione per l’Innovation Award, e vengo contattato dalla commissione di ingegneri che si occupa della valutazione dei progetti più innovativi dell’anno.

E a un certo punto succede una cosa.

Una cosa che, davvero, nessuno di noi si sarebbe mai aspettato.

Annunciano il nostro nome.

SAPA

E come riportato da Quattroruote – SAPA – tra:

“Oltre 70 candidate”

Mi ci vuole qualche secondo per capire che il responsabile della commissione ha appena pronunciato questa parola. SA-PA.

Poi realizzo e capisco che si tratta proprio di noi.

Siamo stati premiati tra i primi 5 posti per il nostro brevetto.

“Abbiamo davvero molto apprezzato il vostro brevetto, siete nelle primissime posizioni. Non siete i vincitori assoluti, ma verrete premiati fra i primi 5”.

Queste le sue parole.

E dopo due settimane, seduto nel mio ufficio, sono ancora qui che ripenso a tutto quello che è successo.

A come noi, consapevoli di chi e di cosa avremmo trovato a Detroit, siamo arrivati senza alcuna pretese. Già felici di poter partecipare a un evento di simile importanza.

E invece oltre ad essere presenti siamo anche stati premiati.

Questo significa che non conta con chi tu stia competendo, conta quando cuore metti nella tua azienda. Conta quanto valore e investimento ci metti.

E questa è stata la grande dimostrazione che stiamo veramente andando nella direzione giusta.

Sono fiero, e lo dico con il petto gonfio di orgoglio, di SAPA, e soprattutto delle persone che hanno reso SAPA la realtà che è oggi.

Devo essere sincero. Noi non ci credevamo, ci speravamo però.

E questa cosa ha sorpreso tutti noi. Ha colpito in positivo tutti i quotidiani, ha riscosso successo nelle testate… Ecco qui, fra gli altri, chi ne ha parlato:

  • Quattroruote: “Seconda al colosso Ford”.
  • Il Corriere della Sera – sezione Mezzogiorno Economia: “Il gruppo SAPA sul podio con Ford”.
  • Il Mattino: “SAPA, brevetto da eccellenza”.
  • Autosomma: “Alla campana SAPA il secondo posto all’Innovatione Award di Detroit”.
  • Polimerica: “SAPA tra i finalisti dello SPE Innovation Award”.
  • La Repubblica, Napoli: “Un riconoscimento ricevuto per un brevetto innovativo interamente made in Italy”.

E queste solo alcune delle citazioni con cui quotidiani, riviste del settore e portali web hanno voluto parlare del traguardo che abbiamo raggiunto a Detroit.

Che dire, questo è un enorme riconoscimento.

Dai benzina a un fuoco che arde

Non un punto, ma una virgola nel nostro percorso.

Perché per noi questo premio è benzina su fuoco ardente. E noi siamo il fuoco che arde. Perché siamo trepidanti, abbiamo i migliori ingegneri italiani che non vedono l’ora di raccontarvi altre innovazioni. Abbiamo gli operai, i manager, gli impiegati che non vedono l’ora di dimostrarvi che questo è solo l’inizio per SAPA.

Dopo questo riconoscimento noi siamo ancora più convinti che ciò che prima stavamo conducendo come una famiglia è di valore inestimabile e quando rende i propri frutti, beh. Questo lavoro ci ripaga con le dovute soddisfazioni.

Nei prossimi articoli ti racconterò, cercando di non annoiarti troppo spero, di questa grande innovazione a cui gli ingegneri SAPA hanno lavorato.

Li stiamo intervistando e spremendo per bene perché ci parlino un po’ di questo lavoro quindi…

Non perderti i prossimi articoli.

PS. Nel frattempo puoi leggere tutta la rassegna stampa dedicata a questo fantastico evento, cliccando sull’immagine qui sotto.

Post suggeriti
Comments
  • Esposito Vincenzo
    Rispondi

    Sono contentissimo e fiero della vostra realtà,e sono orgoglioso di essere un piccolo collaboratore per la Vostra Azienda .

L’alternanza Scuola e Lavoro è possibile? Ecco quello che abbiamo sperimentato sul campo - SAPA Superior Automotive Parts and Application