Il 1 agosto SAPA diventa un gruppo da circa 300 milioni di fatturato, con oltre 1.700 dipendenti e si proietta sempre più verso un’internazionalizzazione, ampliando la collaborazione con Rolls Royce, Aston Martin e col gruppo BMW

Non c’è niente da fare: alcune date si ricordano anche senza agenda.

Non c’è calendario che tenga quando è in programma un evento atteso, ma anche preparato con cura, studiato nei dettagli, ottenuto anche con un po’ di fatica e tanta soddisfazione.

Questo 1 agosto è un momento che ricorderemo in SAPA.

Non ti voglio tenere troppo sulle spine: SAPA ha acquisito il gruppo Selmat, operatore Tier 1 del settore automotive.

Il Gruppo Selmat è specializzato nella produzione di componentistica per interni ed esterni di veicoli commerciali e industriali, automobili e macchine agricole.

L’acquisizione ha riguardato 4 siti produttivi in Italia, tutti localizzati in Piemonte, che impiegano circa 550 dipendenti con un fatturato previsionale 2018 di oltre 107 milioni di euro, di cui oltre il 50% legato all’export e con un forte focus sul segmento dei truck e dei veicoli commerciali.

Ti dicevo, un giorno significativo. Ti starai chiedendo il perché.

Con questa operazione SAPA diventa un gruppo da circa 300 milioni di fatturato con oltre 1.700 dipendenti.

Ci proiettiamo sempre più verso un’internazionalizzazione, come già era successo nel 2010 con il primo investimento in Polonia e la collaborazione con Volkswagen, pur restando bene saldi sui nostri piedi, sulle nostre radici.

Sì, perché rimaniamo fermi e affezionati alla nostra scelta di una conduzione familiare per questa azienda che fa parte della nostra storia già da tanti anni.

Durante le trattative ci siamo scontrati con competitor molto determinati, ma siamo riusciti nel nostro intento di consolidare la posizione dell’azienda in Italia.

Nel concreto, l’operazione ha previsto la costituzione di una Newco dove sono stati conferiti i 4 rami d’azienda operativi delle società del Gruppo Selmat, e quindi l’acquisto delle quote di Newco da parte di SAPA.

Il nuovo obiettivo che ci poniamo è infatti affiancare al mondo auto, il settore dei veicoli industriali.

Come ben sai, la nostra azienda è caratterizzata da una forte spinta all’innovazione e alla ricerca.

Negli anni SAPA ha infatti sviluppato un reparto interno, denominato “Ingegneria dell’Innovazione” che, in collaborazione con l’Università di Napoli, Salerno e Cracovia, sviluppa e brevetta nuove tecnologie all’avanguardia.

Il tutto, secondo il Metodo One-Shot®, il metodo più veloce al mondo per produrre componenti auto.

 

Si tratta infatti di una metodologia che garantisce alte perfomance di qualità, riducendo i costi e il peso dei componenti.

Questo metodo ci ha permesso di farci spazio fra i più importanti car makers europei, guadagnandone la fiducia a suon di brevetti e di riconoscimenti, come l’Innovation Award al TPO di Detroit 2017 dove SAPA è salita sul podio.

L’acquisizione del gruppo Selmat sarà un nuovo trampolino di lancio, per rafforzare il segmento luxury cars con Rolls Royce e Aston Martin, in aggiunta al marchio Ferrari, oltre a divenire fornitore diretto del Gruppo BMW.

Siamo contenti e orgogliosi di essere riusciti a portare a termine questo progetto.
Per noi rappresenta molto: la possibilità di crescere e di farci conoscere investendo in un progetto unico e ambizioso.

Vuoi saperne di più sul futuro di innovazione di SAPA e sul Metodo One-Shot ®, il sistema più veloce al mondo per produrre componenti auto?
Compila il modulo qui sotto, uno dei nostri SAPA Genius ti contatterà entro 24 ore.

Giovanni Affinita,
Chief Sales Strategist e membro del Consiglio di Amministrazione di SAPA

Post suggeriti

Leave a Comment